zygmunt-bauman

9

Gennaio

Addio a Zygmunt Bauman

A Civitanova è stato accolto come una star della cultura. E lo era veramente. Zygmunt Bauman è stato ospite di Futura nell’estate del 2014 dove ha parlato di fronte ad una piazza gremita di gente, come poche persone sanno fare.

Testimone della crisi di passaggio tra il XX e il XXI secolo, ha goduto di un’immensa popolarità, grazie alla sua capacità di parlare alla gente con un linguaggio semplice e comprensibile, mai riduttivo. Il suo pubblico erano le persone comuni. Straordinario.

Acuto osservatore della modernità, è l’autore della  «società liquida», efficace metafora della condizione attuale, in cui regnano l’incertezza e l’individualismo.

Nato nel 1925, di formazione marxista, ha studiato il rapporto tra modernità e totalitarismo, soprattutto la Shoah e il passaggio dalla cultura moderna a quella postmoderna. È morto oggi, 9 gennaio, a Leeds.

Noi di Futura lo salutiamo con il suo intervento nella piazza di Civitanova. Grazie alla collana Castelvecchi è anche possibile acquistare il volume tratto dalla sua lectio magistralis civitanovese.