14

luglio

Futura pronta ancora a sorprendere con i suoi grandi ospiti

Civitanova Alta si prepara ad ospitare la terza edizione di Futura. A dieci giorni dal taglio del nastro fervono i preparativi per un Festival, ideato e diretto da Gino Troli, che quest’anno indaga tra crisi e mutamento, seguendo il motto-guida di Todo Cambia

Lo fa ragionando con le più brillanti e autorevoli figure scientifiche e artistiche del panorama nazionale e internazionale. Oltre allo scrittore David Grossman (a Futura domenica 26 luglio alle 21.30), alla regista Cristina Comencini (venerdì 24 luglio alle 21.30) e al musicista Vinicio Capossela (sempre venerdì 24, alle 23), arrivano numerosi altri importanti ospiti. “Oggi vi presentiamo tutti i protagonisti, che seguono la logica dell’interazione tra discipline non isolate – afferma il direttore artistico -. Sono contenitori che parlano tra loro. C’è un incontro tra la cultura scientifica e quella umanistica che diventa essenziale per il futuro. Senza questo rapporto, questa loro unione, non avverrà mai in Italia e nel mondo il cambiamento”.

I registi Matteo Garrone e Giuseppe Piccioni impreziosiscono la già nutrita sezione del “Grande Cinema di Futura” rispettivamente domenica 2 agosto alle 21.30 e mercoledì 29 luglio alle 21.30, lo scrittore Erri De Luca, a Civitanova sabato primo agosto alle 23 per riflettere sul futuro delle parole, il filosofo Paolo Flores D’Arcais, con la sua lectio magistralis tra etica e neuroscienze domenica 26 luglio alle 18, lo storico e saggista Luciano Canfora, venerdì 31 luglio alle 23 per la sezione “Altri continenti, necessari cambiamenti”. Quindi il conduttore televisivo e autore Michele Mirabella (sabato 25 luglio alle 23), il filosofo e giornalista Armando Massarenti (domenica 2 agosto alle 18 e alle 19), il filosofo e matematico Giulio Giorello (giovedì 30 luglio alle 18) e l’attore Giorgio Colangeli noto per la sua carriera e per i recital danteschi. “Il Festival, di rilievo internazionale, cresce e quest’anno vanta ospiti sempre più prestigiosi – dichiara la presidente TDiC Rosetta Martellini -. Grazie alla sensibilità del suo direttore artistico, Gino Troli, Futura riesce a legare insieme l’attualità e il pensiero, mettendoli in connessione con la realtà. Futura diventa così luogo di condivisione e crescita”.

La sezione legata alla filosofia vanta dei nomi di primo rilievo, con studiosi quali Donatella Di Cesare, Achille Varzi, Marco Vozza e Gianni Vattimo, così come quella scientifica, con un contenitore, chiamato “Il teatro della scienza”, che tutti i pomeriggi alle 17.30 mette il pubblico in contatto con otto dei più grandi scienziati del nostro tempo. Da Piergiorgio Odifreddi a Ferdinando Boero, da Eugenio Coccia a Lucia Votano. Esperti scelti dal genetista Edoardo Boncinelli, coordinatore di sezione del Festival, che tiene una lectio il 31 luglio, alle 21.30, dal titolo “La Scienza come motore del cambiamento”. 

Oltre a Boncinelli gli altri coordinatori sono Massimo Arcangeli, Valentina Conti, Paolo Di Paolo, Diego Fusaro, Filippo La Porta e Italo Moscati. Nutrita poi è la sezione dedicata a Dante, a 750 anni dalla nascita, così come quella ad Annibal Caro, che anticipa la ricorrenza del 450° anno dalla morte, che ricadrà nel 2016. Grande finale il 2 agosto con il concerto di Beppe Barra, mito e realtà della grande tradizione napoletana del canto e della recitazione. 

Futura Festival ha anche una sezione mostre, che quest’anno si struttura in tre esposizioni. La prima “Semplice e complesso”, ideata e realizzata dal Consiglio Nazionale delle Ricerche, spazia tra argomenti di rilevanza scientifica con divertenti esperimenti realizzati con materiali di uso comune e la seconda, dal titolo “RiScattiamo la scienza” racconta per immagini le attività del Cnr stesso, per un viaggio appassionante. Infine si parla di “Santi ed eroi” nella pittura sacra e profana di Civitanova, in una mostra curata da Enrica Bruni, direttrice della pinacoteca civica “Marco Moretti” e dal professor Stefano Papetti. 

Futura Festival viene realizzato dall’Azienda dei Teatri e dal Comune di Civitanova Marche, con il contributo della Regione Marche, della Provincia di Macerata e degli sponsor: Gleam Bijoux, Coop Adriatica, Miramare, Adriatica Pubblicità, Locanda Fontezoppa e Auto Club Marche. Tutti gli aggiornamenti sul sito www.futurafestival.it.