16

luglio

16 luglio

Il futuro in due serate teatrali di qualità

Futura Festival in questa settimana si apre al teatro e al suo linguaggio con due importanti serate sul palcoscenico. Si tratta della lettura scenica de IL RINOCERONTE DI IONESCO che, prevista per il 14, è stata posticipata a venerdì 19 al teatro A.Caro sempre alle ore 23.
A metterla in scena è il Laboratorio Teatrale Re Nudo guidato da Giorgio Cini. Presentazione di Pierfrancesco Giannangeli , partecipano Riccardo Massacci, Andrea Mandozzi, Roberta Sperantini, effetti luciferini Massimo Massacci.
A proposito del RINOCERONTE Maurizio Scaparro ha scritto: “Ci sono opere (letteratura , teatro, o cinema che siano) che hanno la forza grande di prevedere il futuro. Questo avvenne sin dal suo primo apparire per il RINOCERONTE così come è stato a mio avviso (con emozioni e turbamenti per molti aspetti simili) per Prova d’orchestra di Fellini”.
Domenica 21 invece, come da programma, il festival ospiterà alle 23 al teatro A.Caro la poetessa e attrice MARIANGELA GUALTIERI con Le Giovani Parole , rito sonoro con la guida di Cesare Ronconi e suono di Luca Fusconi.
Mariangela Gualtieri ridà vita orale ai propri versi, cucendo insieme tre movimenti. In primo luogo il Sermone ai cuccioli delle mia specie, testo che ha il tono accorato, riflessivo ed esortativo dei sermoni, dedicato a tutti coloro che dell’infanzia avvertono la potenza, la meraviglia, il dono, la leggerezza e anche la minaccia che su essa incombe. La parte centrale riprenderà i temi della natura e dell’amore, fino ai più recenti inediti, mentre a chiudere sarà Bello mondo, un luminoso sfaccettato ‘grazie’ che partendo da un poema di Borges prosegue intrecciando versi della Gualtieri e versi di poeti amati. Tutti al teatro del futuro o al futuro del teatro. Vedremo!