19

Luglio

Lucilio Santoni

Traduttore e operatore culturale, si interessa di scienze umane e di poesia. Ama collaborare con musicisti, teatranti e direttori di Festival. Tra i suoi libri L’infinito nella voce – Su poesia e psicoa- nalisi, Dell’amore – Distruzione e creazione. Ha tradotto Herman Melville e Federico Garcìa Lorca. Il suo libro Corpo di guerra è anche un’opera musicale edita da Il Manifesto. Ha realizzato la collana di video documentari sui poeti marchigiani.Si sente parte integrante del regno animale e ha un debole per i gatti, omaggiati nel libro Fusa e parole, fra umanità e gatti. Tra le recenti pubblicazioni Maledetta la Repubblica fondata sul lavoro. Conversazione cristiana e libertaria con Alessandro Pertosa. Ha curato al Festival la sezione “Pensare Altro”.